Hard disk esterni Firewire: migliori prodotti di Maggio 2021, prezzi, recensioni

Sai cos’è la porta IEEE 1394 o Firewire? Sicuramente se sei europeo potresti non conoscere questo porting del PC ed è anche possibile che tu non l’abbia visto su nessuna scheda madre. Ecco perché oggi vedremo in dettaglio cosa sia il Firewire, come funziona e per cosa possiamo usarlo.

Hard disk esterni Firewire: cosa sono

La connettività è un aspetto molto importante che dobbiamo sempre tenere in considerazione quando si acquista un dispositivo elettronico “intelligente”.  La porta di connessione dipende in gran parte dal fatto che possiamo interagire con questa apparecchiatura tramite un computer o renderla compatibile con determinati dispositivi. La maggior parte di noi sa molto bene cos’è una porta USB, ma non tutti conoscono Firewire  e la verità è che attualmente difficilmente lo troveremo, ma vale la pena sapere cos’è e come funziona nel caso in cui un giorno ne trovassimo uno e avessimo bisogno di usarlo.

La prima cosa che dovremmo sapere è che il suo nome ufficiale è porta IEEE 1394 a causa del protocollo di comunicazione standard che utilizza. Se un computer ha Firewire, lo vedrai identificato in questo modo quasi con totale probabilità.

La porta Firewire è un tipo di connessione di ingresso e uscita per fornire comunicazioni ad alta velocità tra dispositivi multimediali. Funziona trasferendo dati in serie , proprio come una porta USB e viene utilizzato principalmente per collegare fotocamere digitali professionali, stampanti e altri dispositivi in ​​cui tipicamente troviamo la porta USB.

Il motivo principale per cui non lo vediamo troppo spesso è perché l’uso della porta USB è molto più diffuso in Europa, ed è per questo che possiamo vederlo più frequentemente nel continente americano. Inoltre, questa porta viene utilizzata principalmente dalle apparecchiature Apple , poiché è stato il produttore che l’ha inventata nel 1995 e l’ha implementata nella sua gamma di prodotti, sia personal computer che apparecchiature professionali.

HDD esterni: versioni e velocità del connettore Firewire

Come si dice, nell’ambiente domestico, la porta IEEE 1394 è stata sostituita dai produttori a causa di nuovi standard come USB 3.0 e la nuova interfaccia Thunderbolt nei computer Apple e altri computer e periferiche. Bisogna però sapere che è ancora ampiamente utilizzato nell’automazione industriale e negli ambienti professionali quindi vedremo di seguito.

Una delle caratteristiche che ai suoi tempi erano di grande interesse per la comunità informatica è che Firewire è in grado di controllare la periferica ad esso collegata da un PC, cioè possiamo interagire direttamente con il firmware di una videocamera o con le proprietà di un monitor. E questo è qualcosa che non era ancora possibile con la porta USB contemporanea a questo.

Le versioni di Firewire che sono state implementate fin’ora

  • Firewire 400 (IEEE 1394): è la prima versione lanciata sul mercato con un connettore a 6 pin molto caratteristico e una velocità fino a 400 Mbps (50 MB / s), superando così di gran lunga le velocità di USB 1.0 e 1.1
  • Firewire 800 (IEEE 1394b): pubblicato nel 200, è un connettore in grado di supportare trasferimenti di 786 Mbps (100 MB / s) e può raggiungere distanze di 100 metri di cavo. Anche il connettore è stato modificato rispetto a Firewire 400 (il primo) dandogli 9 pin invece di 6. Il Firewire 800 è contemporaneo a USB 2.0
  • Firewire s1600: questa versione è stata implementata nel 2007 e ha aumentato la larghezza di banda a 1,6 Gbps (200 MB / s) sotto lo stesso connettore di Firewire 800. Ha quindi superato la versione USB 2.0 con un ampio margine di velocità, poiché che questo ha raggiunto solo 60 MB / s
  • Firewire s3200 (IEEE 1394b): anch’esso creato nel 2007, ha ampliato la velocità fino a 3,2 Gbps (400 MB / s) utilizzando il connettore a 9 pin allo stesso modo. In un breve periodo di tempo è stata creata anche USB 3.0, in grado di fornire velocità di trasferimento fino a 600 MB / s ed è stata la scelta perfetta per tutti i produttori
  • Firewire s800T (IEEE 1394c): questa è un’altra variante annunciata nel 2007 che implementa la tecnologia Firewire attraverso il connettore Ethernet RJ-45 , per combinare i vantaggi dell’uno e dell’altro
Trattandosi di interfacce con collegamento dati seriale, è possibile ottenere la compatibilità con i dispositivi che utilizzano l’una o l’altra interfaccia come appunto hard disk esterni. Per questo, sarà necessario solo con un convertitore da Firewire a USB o viceversa. Ovviamente la velocità di trasferimento sarà limitata dal nodo con la velocità più lenta.

Hard disk esterni Firewire: caratteristiche

Interfaccia:
Possiamo trovare dischi rigidi con interfaccia IDE , SATA , SCSI , SAS o SATA Express , ma anche interfacce di connessione esterne come USB , Thunderbolt , Firewire o eSATA.
Capacità di memoria:
Attualmente la memoria dei dischi rigidi è misurata in Gigabyte, sebbene abbiano già iniziato a essere utilizzate unità con capacità di Terabyte.
Cache:
La cache del disco rigido memorizzerà le informazioni più richieste, in modo che il controller possa accedervi più rapidamente senza doverle leggere internamente. Questa memoria è misurata in megabyte.
Tempo di accesso:
Il tempo di accesso è il tempo medio impiegato dal disco rigido per essere pronto per il trasferimento dei dati (lettura o scrittura). Questo tempo è misurato in nanosecondi (ns)

Nei dischi rigidi SSD , il tempo di accesso dipende dalle connessioni elettriche alla memoria a stato solido, quindi il tempo di accesso è molto veloce e coerente.

Velocità di rotazione su dischi rigidi magnetici:
Segna la velocità di rotazione sui dischi rigidi magnetici. I dischi con interfacce IDE e SATA girano a 5.400 o 7.200 rpm (giri al minuto). Nei dischi rigidi con interfaccia SCSI o SAS, le velocità di rotazione sono più elevate, 10.000 e persino 15.000 giri / min, sebbene siano rumorose e consumino più energia.

Prestazioni su dischi rigidi SSD:
Le prestazioni sui dischi rigidi SSD vengono misurate in IOPS (operazioni di input / output al secondo). Le caratteristiche delle prestazioni più comuni misurate per poter confrontare diversi dischi rigidi SSD sono:

Temperatura:
Indica la temperatura massima che può raggiungere l’hard disk. Si misura in gradi centigradi (ºC).

Rumore:
Indica il livello di rumore che il disco rigido emetterà durante il funzionamento. Si misura in decibel (dB).

Resistenza agli urti:
Misura il colpo massimo che il disco rigido è in grado di sopportare senza rompersi.

Appassionato di scrittura, letteratura ed informatica, attualmente lavora come articolista SEO per vari portali, scrivendo dei più disparati argomenti.

Back to top
menu
harddiskesternieinterni.it